DBA image

DBA è un “tool” sviluppato da Pragmos come componente di base per i progetti di Business Intelligence, allo scopo di realizzare due funzioni indispensabili per la corretta configurazione del Datawarehouse aziendale :

  • Funzioni di ETL (EXTRACT – TRANSFORM – LOAD) -> Connessione con le basi dati (fonti delle informazioni di base) e definizione delle più efficienti modalità di aggiornamento
  • Funzioni di DATA INTEGRATION -> Verifica anomalie, classificazione dei dati, a supporto della modellizzazione del Datawarehouse, anche con inserimento di elementi aggiuntivi utili per l’analisi
Funzioni di ETL

Attraverso un’interfaccia specifica, DBA definisce le specifiche per l’acquisizione dei dati dai sottosistemi gestionali (“Connettori”), per garantire l’estrazione, il caricamento e la modellizzazione dei dati

CONFIGURAZIONI PARAMETRICHE

Le funzionalità di configurazione permettono di definire le “regole” di base per l’acquisizione dei dati all’interno del sistema e le modalità con le quali creare e aggiornare gli elementi del Datawarehouse. Queste attività garantiscono che i processi preliminari alla costruzione del Datawarehouse rispettino le specifiche del progetto di Business Intelligence, e la strutturazione degli archivi iniziali rende efficienti i successivi passaggi di elaborazione e di analisi dei dati.

Funzioni di DATA INTEGRATION

Un’interfaccia realizzata ad hoc consente agli utenti di verificare tempestivamente gli elementi acquisiti per evidenziare possibili anomalie, sia nel contesto generale dell’ambiente di lavoro sia in contesti specifici legati a diversi sottoinsiemi di dati. L’utente, anche non informatico, riesce con questo strumento ad effettuare una prima “navigazione” nella struttura dei dati, a seconda delle specifiche progettuali definite dal progetto di Business Intelligence.

Il tool DBA permette inoltre di realizzare CLASSIFICAZIONI E RAGGRUPPAMENTI degli elementi dimensionali acquisiti nel progetto; questa funzionalità risulta di enorme utilità allorquando :

  • gli elementi delle dimensioni sono molto numerosi (rendendo dispersiva e difficoltosa l’analisi e l’espressione sintetica dei risultati)
  • gli elementi acquisiti dai sistemi gestionali hanno caratteristiche o nomenclature diverse e devono essere ricondotti ad una dimensione univoca (normalizzaizone)
Sempre con un’interfaccia semplice e intuitiva l’utente può effettuare una seriele classificazioni deglielementi di dettaglio allo scopo di far loro assumere le caratteristiche desiderate, agendo con una modalità “drag and drop” che rende altamente produttivo il lavoro di preparazione dell’ambiente di analisi.